Logo ARDeP

TITOLO  IV - Il Consiglio direttivo

Art. 13

L'Associazione è diretta da un Consiglio composto di 9 membri eletti dall'Assemblea dei soci per la durata di 3 anni.  Per il primo anno di attività le funzioni del Consiglio direttivo verranno svolte dal Comitato dei promotori dell'Associazione. Allo scadere del primo anno l'Assemblea dei soci procederà all'elezione dei componenti del Consiglio.I membri del Consiglio sono rieleggibili.

Art. 14

Il Consiglio nomina nel proprio seno i due Vicepresidenti, un Segretario e un Tesoriere. Il Consiglio nomina altresì i componenti del Comitato scientifico. Nessun compenso è dovuto ai membri del Consiglio. In caso di dimissioni o decesso di un consigliere prima della scadenza del mandato, il Consiglio alla prima riunione provvede alla sua sostituzione per cooptazione, chiedendo la ratifica alla prima assemblea annuale.

Art. 15

Il Consiglio si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario o che ne sia fatta richiesta da almeno due dei suoi membri e comunque almeno una volta all'anno, per deliberare in ordine al consuntivo, al preventivo e all'ammontare della quota sociale.

Art. 16

Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza effettiva della maggioranza dei membri del Consiglio e il voto favorevole della maggioranza dei presenti;  in caso di parità prevale il voto di chi presiede. Il Consiglio è presieduto dal Presidente, in sua assenza dal più anziano dei Vicepresidenti e in loro assenza dal più anziano dei presenti. Delle riunioni del Consiglio verrà redatto, su apposito libro, il relativo verbale,  che verrà sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.

Art. 17

Il Consiglio è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell'Associazione, senza limitazioni. Esso procede pure alla redazione dei bilanci preventivi e consuntivi e alla loro presentazione all'Assemblea.

formiche

banner ARDeP 2016 compressor